Napoli, un murales per ricordare George Floyd

Napoli, un murales per ricordare George Floyd

Due giorni fa, a Houston, i familiari e gli amici intimi hanno dato l’estremo saluto a George Floyd, due settimane dopo la sua uccisione mentre era sotto la custodia della polizia di Minneapolis. Il funerale si è svolto in forma privata alla Fountain of Praise Church della città texana.
Il feretro è stato trasportato da sei uomini mentre una fila di poliziotti lo ha accolto sull’attenti.

 

E proprio uno dei poliziotti coinvolti nella sua morte, Thomas Lane, è stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 750 mila dollari. Parecchi soldi per un poliziotto, che di base negli USA percepisce all’incirca 43 mila dollari annui, più o meno l’equivalente di 32 mila euro, viene quindi da supporre che qualcuno di facoltoso glieli abbia prestati. Lane, che era un novellino della polizia, sarà monitorato durante il rilascio in attesa del processo, non può portare un’arma e non deve prendere parte ad alcuna attività di polizia. La prossima udienza di Lane è prevista per il 29 giugno, mentre il suo avvocato ha dichiarato che il poliziotto licenziato sta pianificando di presentare una mozione per respingere le accuse a suo carico.

 

A quanto pare tutto ruota intorno ai soldi. La libertà di Thomas Lane vale 750 mila dollari, la vita di George Floyd 20. E sì, perché stando a quanto dichiarato dal fratello di George, gli agenti lo hanno fermato per aver provato a utilizzare una banconota falsa da 20 dollari. “È questo il valore della vita di un uomo di colore? 20$?” ha detto Philonise Floyd.

 

Intanto a Napoli, lo streetartist Jorit rende omaggio a George Floyd con il suo ultimo murales apparso su un palazzo del rione Bisignano nel quartiere di Barra.
Il volto di George Floyd dipinto da Jorit è circondato da altri personaggi che hanno contribuito alla lotta per l’uguaglianza, ovvero Martin Luther King, Malcolm X, Angela Davis, accompagnati da quello che sembra essere il ritratto di Lenin ed è accompagnato dalla scritta “Time to change the world”.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Jorit ha dedicato celebri murales a diverse figure che hanno segnato la storia e la cultura del nostro Paese, come Ilaria Cucchi, Maradona, Pasolini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: