I gossip della settimana

I gossip della settimana

CHE FINE HA FATTO?

 

Dobbiamo chiamare Chi l’ha visto? Questa settimana abbiamo assistito a ben tre sparizioni. Mentre Samuel Heron è tornato dopo una lunga pausa sui social e ha pubblicato anche un nuovo singolo cambiando il proprio nome in Samuel Costa per avere un’aurea più indie, il merchandising di Tedua venduto da Euro Social GVNG è sparito da settimane. Numerosi utenti e acquirenti lamentano di non aver mai ricevuto da marzo i prodotti acquistati e l’assenza di un servizio clienti.

 

 

 

 

Un’altra sparizione riguarda Boogieman Remix di Ghali feat Don Patricio uscito l’8 maggio. Del brano non c’è più traccia su Spotify, sui profili Instagram di Ghali e Don Patricio e sui loro canali YouTube. Resta sul canale di Warner Music Spain con numeri decisamente bassi. Perché il singolo è sparito in questo modo? Salmo si è forse risentito perché è stato escluso? Oppure  non è andato bene come speravano e hanno preferito eliminarlo?

 

 

Screenshot_20200528-134017_Spotify

 

 

Dov’è finito Charlie Charles? Il noto produttore è sparito da Instagram e il suo profilo è stato eliminato. Solo un’esigenza personale oppure a che fare con il misterioso Kid Vicious?

 

 

Screenshot_20200528-170221_Instagram

 

 

NUOVA MUSICA IN ARRIVO

 

Ogni scarrafone è bello a mamma sua e così ogni disco che deve uscire è sempre annunciato come il migliore della carriera di un artista. E beh certo, mica uno può dire “tra poco uscirà il mio nuovo disco e farà cagare” o “ho fatto un disco mediocre tanto per fare perché avevo un accordo con la major”. Comunque, Ernia ha annunciato l’arrivo del suo prossimo disco, o meglio il suo album più bello.

 

 

Screenshot_20200531-132119_Instagram

 

 

Tedua non può far uscire il disco e quindi pubblicherà un Mixtape che sarà “stravolgente”.

 

 

 

 

Luchè per finire il disco non ci dorme la notte, ma per fortuna “non ha più niente da dimostrare”.

 

 

View this post on Instagram

Non devo dimostrare più niente, ho fatto già tanto, sono morto e risorto più volte. Adesso sono ad un bivio, potrei diventare schiavo della formula che funziona e che con tanto lavoro sono riuscito a cucire su di me o potrei dare spazio alla libertà creativa e pormi dei traguardi personali per vedere da qui dove si potrà arrivare. Ho scelto la libertà di provare, il rischio di fare qualcosa di nuovo ancora una volta, l’entusiasmo di lavorare a questo disco come se fosse il primo. Questa pausa mi ha dato più tempo per ragionarci, la possibilità di curare ogni dettaglio, ed è quello che sto cercando di fare. Non voglio lasciare niente al caso, voglio che questo disco sia il massimo che io possa dare in questo momento, dal punto di vista delle melodie, delle strutture, degli arrangiamenti e dei messaggi. Voglio provare a fare qualcosa di nuovo per me, cercare di allargare il mio vocabolario e il mio immaginario raccontando la mia realtà attuale, analizzandola in tutti i suoi aspetti, dalle gioie ai dolori. Come ho sempre fatto del resto, ma senza sfruttare una formuletta che funzioni su carta, quello non è il mio scopo. Il mio goal finale è alzare la qualità e lo standard, arrivare con un sound ricercato, fare qualcosa per la gente, per chi ama sta roba, senza pensare solo ed esclusivamente ai numeri. Spero di riuscirci, di sicuro so che non ci dormo la notte, quindi anche se sono ancora a metà opera, sono in pace con me stesso. Spero di chiudere tutto il prima possibile, ma quando cerchi di fare qualcosa di nuovo ci vuole il tempo che ci vuole. È il mio settimo disco e per essere ancora rilevante bisogna cercare sempre un nuovo perchè. Altrimenti diventi un attore che recita il ruolo che gli riesce meglio. Se dovessi essere ricordato per qualcosa, sceglierei essere ricordato per uno che ha amato questa cultura e che si è dedicato ad essa anima e corpo. Spero di tornare a breve, ma lo farò solo quando avrò in mano quello che meritate. Love.

A post shared by Luche (@luche_official) on

 

 

PRIMO IN TENDENZA

 

Emis Killa è stato primo in tendenza su Twitter per aver detto che una donna per potergli piacere debba essere femminile. Ovviamente le femministe e i benpensanti si sono scagliati contro di lui tanto da farlo andare primo in tendenza su Twitter. Riuscirà ad essere primo anche quando pubblicherà un singolo?

 

 

20200525_172820

 

 

DOV’È BUGO?

 

È il titolo del secondo capitolo della trilogia di Morgan, che ha dichiarato di aver chiesto a Bugo di tornare al Festival di Sanremo insieme a lui: “Ho invitato Bugo a Sanremo per l’anno prossimo a ruoli inversi a fare Dov’è Morgan, lui deve riuscire a organizzare una roba del genere e io devo decidere se restare o andarmene“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: