Secondo Nick Cannon 6ix9ine avrebbe collaborato con l’FBI già prima del suo arresto

Secondo Nick Cannon 6ix9ine avrebbe collaborato con l’FBI già prima del suo arresto

Nick Cannon crede che 6ix9ine avrebbe fatto il furbo prima di essere arrestato nel novembre 2018 e ancora prima di decidere di diventare collaboratore di giustizia. In un’intervista rilasciata a VladTV e pubblicata mercoledì 12 febbraio, Cannon ha espresso la sua opinione in merito ai problemi legali di Tekashi. Cannon ha affermato che il rapper di Brooklyn potrebbe essere stato usato per aiutare l’FBI a sconfiggere i Nine Trey Gangsta Bloods ancora prima del suo arresto.

 

Credo che sia stato invitato un messaggio molto all’America“, inizia Cannon nella clip. “Tekashi è stato probabilmente l’FBI per tutto il tempo. Avevano bisogno di avere un’intera comunità e il modo per ottenerlo è attraverso la messa in scena. L’industria della musica. Mostrando cosa possono fare. E useranno questo ragazzo che ha molta attenzione mediatica su di lui per abbattere l’intera comunità “.

 

 

 

 

6ix9ine sta scontando il resto della sua condanna a due anni di carcere dopo essere stato arrestato nel 2018. Cannon è convinto che 6ix9ine avrebbe potuto lavorare con l’FBI prima del suo arresto.L’FBI è la mente“, ha continuato Cannon. “Le forze dell’ordine. Il dipartimento di polizia che vuole mettere uomini neri in gabbia. Se 6ix9ine non era un agente dell’FBI, c’era un agente dell’FBI molto vicino a lui.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: