La parola del mese di gennaio è CONFUSIONE

La parola del mese di gennaio è CONFUSIONE

Eccoci arrivati all’ultimo giorno di gennaio, uno di quei mesi che sembra non finire mai. Il 2020 è iniziato esattamente com’era finito il 2019: in modo polemico, ma la parola che più accomuna questi 31 giorni è CONFUSIONE.

 

Il Papa dà uno schiaffo a una fedele, Emis Killa commenta: “anche al Papa dà fastidio la maleducazione, figuratevi a me“.  Forse Sapo Bully, nella confusione più totale, si è sentito il Papa e ha dato uno schiaffo a un fan durante una sua esibizione.

 

 

Inst-image

 

La confusione di chi ha pensato bene di denunciare Clementino per istigazione all’uso di droga, solo per aver gettato qualche cartina al suo pubblico e aver cantato Joint. Per fortuna che Clementino è tutt’altro che confusi sull’argomento: l’erba la fuma, mica la lancia. E poi Junior Cally – Festival di Sanremo – Festival di Sanremo – Junior Cally – Amadeus – le donne devono stare un passo indietro – la violenza dei testi di Junior Cally – No a Junior Cally al Festival di Sanremo…. e bla bla bla.

Sono 31 giorni che veniamo massacrati da questa menata. Che confusione hanno in testa quelli che non capiscono la differenza tra realtà e finzione? La stessa di Matteo Salvini che, credendosi Brumotti, va a citofonare alla gente chiedendo SCUSI LEI SPACCIA?

 

 

salvini-lei-spaccia

 

 

Ma ce la facciamo? Ok, Salmo è l’eterno confuso. Prima dice sì al Festival, poi ritratta e alla fine ci va Ghali.

 

 

 

 

Forse Jay-Z e Beyonce hanno confuso il galà dei Golden Globe con la cena parrocchiale e per paura di non bere uno champagne decente e nel dubbio se lo sono portati da casa.

 

 

download

 

Cardi B, stanca di una vita agiata e monotona, ha pensato bene di entrare in politica. O almeno così dice. Fabri Fibra non entra in politica, ma lascia Universal per Sony e un’alone di confusione pervade tutti i fan di rap italiano. WTF? Ghali e Mahmood provano a sdoganare, sulle orme di Achille Lauro, che nel frattempo è stato accusato di fascismo, gli indumenti femminili. Gonne, cappotti rosa, guanti in pizzo e scarpe con il tacco. La gente rimane confusa e nel dubbio li indica come gay. È forse un insulto?

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Junior Cally, polemiche a parte, dev’essere un po’ confuso. Metto la maschera? Non metto la maschera? Chi cazzo è Junior Cally? E per non saper né leggere né scrivere la mette a giorni alterni. Così non sbaglia. Un altro confuso è Shiva, che sta passando la lista dei big che possano garantirgli un disco d’oro. Chi ci riuscirà? Sfera Ebbasta, tha Supreme o Marracash? 

E lo zio Ax? Non è forse confuso? Non vuole replicare alle parole dichiarate  da Fedez a La Confessione di Peter Gomez, dove spiegava i motivi della loro separazione artistica e personale, ma gli dedica una canzone. Sfera Ebbasta passa da Nike ad adidas e confonde il pubblico che ancora crede che adidas e Nike non possano essere mischiati nello stesso outfit. 

La Treccani crede di essere Genius e analizza i testi trap. Roy Paci confonde il 2012 con il 2020 e risponde dopo anni a Gué Pequeno, che nel frattempo è sparito dai social dal giorno di Natale. Dobbiamo aspettare la sua resurrezione? Inoki confonde il Milan con la Lega Calcio e si crede l’Atalanta.

 

Anche nei sentimenti c’è confusione. Brad Pitt e Jennifer Aniston si sarebbero riavvicinati, Rihanna e A$AP Rocky si starebbero rifrequentando e Tony Effe e Taylor Mega sono volati alle Maldive insieme. E nella musica? Marracash ha sostituito il famoso nemico immaginario del rap con Fedez, che tanto immaginario non è e visto che c’è ancora confusione nell’aria Emis Killa ci spiega la differenza tra rap e trap.

 

 

Screenshot_20200131-182325_Instagram

 

 

Zero confusione invece per Tedua e il suo freestyle di inizio anno: è una bomba.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: