La criminologa Roberta Bruzzone contro Skioffi: “analizzo psicopatici da 20 anni e lei si è calato benissimo nella parte”

La criminologa Roberta Bruzzone contro Skioffi: “analizzo psicopatici da 20 anni e lei si è calato benissimo nella parte”

Alla fine il caso Skioffi è sbarcato a Non è l’Arena di Massimo Giletti. Nel talk show di La7 Skioffi è stato invitato per parlare e provare a spiegare il significato dei suoi testi finiti al centro del mirino quando è entrato nella scuola di Amici. Purtroppo le cose non sono andate nel migliore dei modi, forse Skioffi non era sufficientemente preparato per affrontare un confronto di quel tipo, o forse le incalzanti parole della criminologa Roberta Bruzzone gli hanno lasciato poca via d’uscita.

 

Innanzitutto Skioffi ha chiesto di non andare allo scontro con Red Ronnie, che in quest’ultimo periodo è parecchio agguerrito contro il rap e i suoi esponenti. Il produttore è stato fatto uscire dallo studio, ma si è detto certo di capire il motivo di questa richiesta. Ha consigliato a Skioffi un bravo psicologo e ha aggiunto “lui non lo sa ancora ma è stato solamente usato, è stato fatto entrare nella scuola quando non doveva, adesso è uscito da quel frullatore… dovrebbe farsi vedere da uno bravo”.

 
Skioffi non replica a Red Ronnie, ma non può fare a meno di farlo quando è Roberta Bruzzone a prendere la parola per far notare che forse lo “psicopatico” che ha raccontato nel brano finito al centro delle polemiche, Yolandi, non è troppo lontano da lui. In particolare, la Bruzzone dice: “Lei ha detto mi sono calato nei panni di uno psicopatico, io le dico che li analizzo da 20 anni e lei si è immedesimato molto bene nella parte. Il testo è terrificante e io che mi occupo di omicidi posso dire che è davvero verosimile, lei ha una capacità creativa inquietante. Mi auguro che sia fiction, immagino che abbia scritto una storia di violenza per censurarla“.

Skioffi reagisce balbettando un “Certo“.
Fin qui niente di male, ma il discorso cambia improvvisamente, perché se la Bruzzone dà a Skioffi il beneficio del dubbio sul controverso testo della sua canzone, nota in lui la stessa vena da psicopatico quando, durante uno scontro con una giornalista le ha rivolto le peggio parole:Quello che dava dell’handicappata alla giornalista, quello che le diceva di scopare di più, è sempre lo psicopatico o è lei? Quella versione non è molto lontana da quella che ha descritto in quel testo…”. Skioffi cerca di spiegare la sua visione dicendo che “adesso tutti possono fare musica…” e la Bruzzone ha chiuso: “Si lo abbiamo notato…” A quel punto a Skioffi non resta che riconoscere come quello sia stato uno sfogo di rabbia.

 

Trovi il confronto tra Roberta Bruzzone e Skioffi a questo link.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: