Reale di J-Ax: più che un disco sembra una compilation

Reale di J-Ax: più che un disco sembra una compilation

Venerdì uscirà Reale, il nuovo disco di J-Ax, il settimo della sua carriera, che arriva a 5 anni di distanza dall’ultimo Il bello d’esser brutti, se non contiamo Comunisti col Rolex insieme a Fedez.

Da un mese J-Ax sta presentando uno ad uno gli ospiti che hanno preso parte al suo ultimo lavoro. Il modus operandi ricorda molto quello adottato da Marracash per annunciare i featuring di Persona. Non appena ho letto il nome di Jake La Furia, ho subito pensato vuoi vedere che ci infila pure la sua pupilla Chadia Rodriguez? E taaac, come si dice a Milano, ieri lo zio Ax ha annunciato proprio lei: Chadia Rodriguez.

L’impressione è che il buon Jake accetti di collaborare nei dischi dei colleghi a patto che venga invitata anche Chadia Rodriguez, che di fatto firmando per l’etichetta che fa capo all’ex Club Dogo e a Big Fish ha vinto alla lotteria.

A due giorni dall’uscita di Reale abbiamo la tracklist e ben dieci featuring su sedici tracce: Enrico Ruggeri, Jake La Furia, Max Pezzali, Il Cile, Sergio SylVestre, Paola Turci, Il Pagante, Annalisa e Luca Di Stefano, Boomdabash e Chadia Rodriguez. Ecco quindi la rosa dei nomi, che ha deluso tutti quelli che si aspettavano o che speravano di trovare Gué Pequeno, Marracash e Grido. Di fatto però più che un disco sembra una compilation.

Sebbene Ax abbia sempre amato le collaborazioni, questa volta ci è andato giù pesante visto che più della metà delle tracce contiene un ospite, che tra l’altro sono ben distribuiti per genere e tipologia musicale e artistica, in grado quindi di attirare l’attenzione di un pubblico molto vasto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: