Tiziano Ferro non ha accolto le scuse di Fedez

Tiziano Ferro non ha accolto le scuse di Fedez

Un paio di settimane fa Tiziano Ferro, durante la conferenza stampa per la presentazione del suo nuovo disco, aveva accusato Fedez di omofobia e bullismo. Di fatto il cantautore faceva riferimento alla canzone Tutto il contrario di Fedez, il quale, oltre ad essersi scusato, aveva proposto al collega di creare un progetto insieme contro il bullismo e l’omofobia. 

 

 

View this post on Instagram

Fermi tutti: oggi mercoledì 20 novembre 2019 Tiziano Ferro ha scoperto Tutto il contrario di Fedez pubblicata nel 2011 e contenuta nel disco Penisola che non c’è. Durante la conferenza stampa, però, Tiziano Ferro non ha espressamente fatto il nome di Fedez e della sua Tutto il contrario, ma ha spiegato che “il bullismo non è finito a 13 anni” e che viene “anche da chi scrive canzoni”. A quel punto qualcuno gli ha chiesto se si riferisse a Fedez e lui ha risposto “uno dei dai“…. Tra quegli “uno dei dai” ci sarà stato anche Salmo con Merda in testa? O Fabri Fibra? E soprattutto perché, se, come dice Tiziano Ferro, anche chi scrive canzoni è un bullo o un omofobo, ha poi collaborato con Fabri Fibra? E perché far trapelare un’accusa di omofobia contro Fedez per una canzone del 2011? Perché farlo proprio oggi, a distanza di parecchi anni e in occasione della presentazione dell’uscita del nuovo disco? Non sapeva forse Tiziano Ferro che una notizia del genere sarebbe stata riportata da tutti i media italiani? È stato solo un caso, una svista, o una mossa voluta? D’altronde la pubblicità è sempre l’anima del commercio, o no? [Articolo completo su www.rebelmag.it] Be you, be R.E.B.E.L. #rap #rapitaliano #trap #hiphop #life #fedez #tizianoferro #rebel

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

 

 

Tiziano Ferro non aveva accolto la proposta di Fedez, anzi l’aveva proprio ignorata, tanto che in molti, Fedez compreso, hanno pensato che il rancore di Tiziano nei confronti di Fedez fosse dovuto a Comunisti col Rolex, dove il rapper aveva fatto chiaro riferimento alle accuse di evasione fiscale di Ferro.

 

La diatriba sembrava essersi placata o quantomeno finita nel nulla e nel dimenticatoio, ma Tiziano Ferro ha deciso di tornare sull’argomento durante un’intervista rilasciata a Vincenzo Mollica per Il Corriere della Sera.

Senza fare nomi e cognomi, di fatto Ferro ha risposto a Fedez, facendo chiaramente capire che ha trovato le sue scuse inutili:

“Il terreno su cui i bulli e gli odiatori trovano spazio è sempre lo stesso, è lo stesso di 30 anni fa quando a scuola mi chiamavano con certe parole, mi spingevano fuori, e queste scuse non bastano più. E le scuse sono sempre le stesse: ‘L’ho fatto tanto tempo fa’, ‘L’ha fatto anche lui’, ‘Ma stavo scherzando‘. Non va bene, perché io sono stufo di vedere questa gente mettere l’ennesimo like o cuoricino che racconta la notizia di un ragazzo o di una ragazza che si sono tolti la vita per questi motivi”.

 

Quello di Tiziano Ferro sembra più un accanimento che altro. Avrebbe potuto sotterrare l’ascia di guerra e accettare le scuse e la proposta di Fedez, facendo capire quanto unirsi contro bullismo e omofobia sia più utile rispetto a litigare tramite interviste e invece ha scelto questa seconda opzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: