T’Appartengo da Ambra a Marracash

T’Appartengo da Ambra a Marracash

Sono passati 25 anni da quando Ambra ha cantato per la prima volta T’Appartengo, la sua intramontabile hit.

 

 

 

 

Chi è cresciuto negli anni ’90 e ha vissuto appieno quel periodo non può non ricordarsi di Non è la rai, di Ambra e di T’Appartengo uscita nel 1994 e a cui è seguito anche l’omonimo disco. Era solo trash? Solo una canzoncina per ragazzine? Oppure è una di quelle canzoni che, volenti o nolenti, hanno accompagnato l’infanzia e l’adolescenza di migliaia di giovani? Sicuramente è una di quelle canzoni che anche Marracash ha nel cuore e che ha segnato la sua adolescenza, al punto da volerle rendere omaggio nel suo ultimo disco, Persona. Nella traccia APPARTENGO – Il sangue, in featuring con Massimo Pericolo, Marra riprende le parole e il flow di T’Appartengo di Ambra Appartengo, io ci tengo, se prometto poi mantengo
Appartieni se ci tieni, tu prometti e poi mantieni.

 

 

 

 

Quella di Ambra era una promessa d’amore adolescenziale nei confronti di un ragazzo a cui giurava di appartenere e amore eterno, quella di Marra è invece la sua storia di appartenenza al quartiere, la sua Barona.

 

Oggi, a distanza di 25 anni e per il compleanno di T’Appartengo, Ambra ha ricantato via Instagram stories il suo celebre brano.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: