Com’è la collezione di Nicki Minaj per Fendi?

Com’è la collezione di Nicki Minaj per Fendi?

Tra Nicki Minaj e Fendi c’è un rapporto di vecchia data e stima reciproca. L’anno scorso Nicki ha reso omaggio alla casa di moda nellw canzone Chun-Li, il cui coro recita “Ayo, I been on, b-h, you been corn/Bentley tints on, Fendi prints on”. 

E proprio quel “Fendi Prints On” è diventato il nome della collezione da lei firmata per Fendi. Ma non è tutto, per celebrare il forte legame che la unisce a Silvia Venturini Fendi, e prima ancora a Karl Lagerfeld, Nicki Minaj ha dedicato alla maison la canzone Fendi, cantata con il rapper americano PnB Rock e il produttore e cantautore canadese Murda Beatz e che anticipa ufficialmente l’uscita della collaborazione.

 

 

 

 

La collezione Fendi Prints On x Nicki Minaj, oltre a riprendere il testo di Chun-Li, trae ispirazione proprio dal video ufficiale della canzone.

 

 

 

 

Niki Minaj, infatti, ha realizzato per il brand romano una collezione, per donna, uomo e bambino, che strizza l’occhio alla cultura hip hop degli anni ’90. Ironica, giocosa, eccentrica ed eccessiva.

Tra cappotti reversibili oversize, puffers, giacche a vento in organza di nylon, abiti fascianti per esaltare le forme, è un vero e proprio exploit di dettagli, dove la regola sembra essere: meglio troppo che poco. Come, ad esempio, una cascata di paillettes ricamata su un abito in tulle o i ritagli asimmetrici che emergono da un abito aderente sul corpo. Energici ovviamente i colori: dal rosa fluo all’argento. Sensuali i costumi: interi, bikini o a triangolo. Il tutto viene impreziosito dal logo FF che risalta su abiti e accessori in modo massiccio e ridondante. La regola è sicuramente questa: guardami, sono vestita Fendi.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Insomma, se uno volesse travestirsi da Nicki Minaj e non passare inosservato, questa è decisamente la collezione giusta, anche se i capi, presi singolarmente, non sono poi così kitsch, di sicuro con un piumino rosa shocking in alta montagna ti vedono anche di notte.

Questa collaborazione sembra proprio voler sottolineare il legame di vecchissima data tra il mondo hip hop, lo streetwear e la moda, che attinge e si basa sempre di più su quei mondi per realizzare le sue creazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: