Tutta la rabbia e la tristezza di GionnyScandal in Black Mood, il suo nuovo disco

Tutta la rabbia e la tristezza di GionnyScandal in Black Mood, il suo nuovo disco

Chi è la ragazza alla quale GionnyScandal dedica praticamente tutta la tristezza del suo nuovo disco, Black Mood? Forse la ragazza bionda che si vedeva con lui nelle foto? O quella per cui non dorme fino alle 6 del mattino? O forse quella che porterà al mare dopo aver fatto la pace?
Forse è sempre la stessa in quasi tutte le tracce, quella che ha lasciato per non farle pesare la sua depressione, ma che ora lo odia lo stesso.
Non è importante sapere la risposta perché non importa sapere di chi stia parlando GionnyScandal in quasi tutte le 16 tracce di Black Mood, fuori venerdì 6 con Universal Music. Perché tanto fa lo stesso.

 

Quando ascolti una canzone di Scandal pensi alla tua, di ragazza, e se non è la tua ragazza, perché tu ti sei appena fidanzato e sei felice, è la ragazza del tuo amico e ci pensa lui.
Ma magari è anche un ragazzo, il tuo ragazzo, quello della tua amica, quello del tuo amico, volendo. Perché l’importante non è il genere, maschile o femminile, ma il sentimento. GionnyScandal lo porta a galla di colpo, è un maestro in questo. Infatti è un cantante emo, che risveglia le emozioni.
Lo fa in questo disco più che mai.

Racconta una storia, d’amore e disperazione, che almeno una volta nella vita è stata la storia di tutti e che se hai tra i 15 e i 20 anni come la maggior parte delle fan di Gionny è la storia di tutti i giorni perché magari pensi di esserti innamorato anche se non è cosi. Comunque soffri e diventi triste e ti sembra che il mondo non abbia senso senza la famosa persona di cui sta parlando lui (e a te sembra quella a cui pensi tu). “Anche se non mi ascolti e non mi rispondi più”. “Ho questo difetto, vivo dentro i ricordi.Guardo te dentro a una foto e penso che alla fine, senza, non ho senso”:

Di chiunque stia cantando Scandal la sostanza non cambia. E’ famoso, ma è triste. Fa i dischi d’oro, ha fatto i soldi, non basta. “Sono sempre triste, sono sempre giù. Tre di notte sono un fast food e chi vorrei non mi risponde più”. Si capisce anche dai titoli delle canzoni Triste e famoso!, Sad boy.

Scandal è cosi triste che si è perfino fatto tatuare sulla testa la sua condizione “Always sad”.
E non è solo colpa di una ragazza ma anche del suo carattere, “come potevo salvare te se non riuscivo a salvare me”, e del fatto che c’è un altro Gionny nella sua personalità, che è come un nemico.

Il disco aiuta a restare a galla perché sentire lui così a terra aiuta a confortare se stessi per poter aiutare lui, sperando che esca dal periodo no che l’ha portato a creare l’album.

Gionny ha iniziato a lavorare a Black Mood un anno e mezzo fa con il suo produttore Sam Lover. Nonostante i dischi d’oro e di platino, i sold out e il posizionamento nelle classifiche è stato uno degli anni più difficili della sua vita in cui ha affrontato un periodo di depressione. Gionny scrive sempre tanto e in questo periodo ha scritto ancora di più.

Nel disco ha chiamato Global Dan, uno dei suoi emo-trapper preferiti nonché uno dei maggiori king dell’emo trap in Usa. Scandal ha raccontato che si sono sentiti su Instagram e hanno fatto il pezzo in due settimane, ora sono tipo best friends.
Scandal ha conosciuto il suo ingegnere del suono e hanno fatto mixare e masterizzare l’album in America, e i tecnici sostengono che questo sia “l’unico disco che suona davvero americano in Italia”.

 

Tutte le chitarre sono state registrate da Gionny stesso, che ha voluto mettere se stesso a 360 gradi nel disco.

“Ho iniziato a lavorare a questo disco oltre un anno e mezzo fa insieme al mio producer Sam Lover mettendo tutto me stesso, sia nei testi che nelle produzioni, senza censure e false ipocrisie di sorta.

Nell’album si sentono molto le mie influenze pop punk ed Emo così come il mio passato in una band.

Sentivo la necessità di riprendere in mano la chitarra per suonare un disco che rappresentasse veramente il mio modo di essere e di fare Emo trap, genere che ho portato con delle sonorità uniche per la prima volta in Italia, e sono molto felice di avere suonato tutte le chitarre che sentite nel disco. Dal punto di vista dei testi, desideravo mettermi a nudo senza filtri. Lavorare a Black Mood è stato per me terapeutico e spero lo possa essere anche per tutti coloro che lo ascolteranno. Ho deciso di non nascondere nulla, di parlare anche di argomenti difficili e tabù come la depressione, un mal sottile con il quale convivo da un po’ di anni”.

 

Black Mood ha anche altri featuring, come quello con Cal Amies in Faded, o quello con Cyrus Yunh, Triste e famoso, che è la chiave dell’album.

Gionny ha dichiarato che Black Mood è stato una sorta di terapia per lui e spera che possa essere una terapia anche per tutte le persone che lo ascolteranno. E di fatto lo è perché non c’è solo tristezza ma anche rabbia. Come in Mamma, dove racconta quando, appena partorito, è stato abbandonato dalla madre naturale sul marciapiede. “Che colpa avevo io”. Gionny Scandal non ha mai saputo chi fosse la sua mamma biologica, sa che ha un fratello del ’90 ma non sa dove sia, e ha perso sia i genitori adottivi sia la nonna che lo aveva cresciuto. La sua tristezza dipende anche da quello.
Anche se vuole lanciare un messaggio di speranza alle nuove generazioni. E anche alla ragazza bionda che magari un giorno tornerà a casa.

 

– Anna Savini

 

Da novembre 2019 sarà inoltre impegnato in un tour nei più prestigiosi club delle principali città italiane, il black tour sarà anticipato da una speciale anteprima europea nelle principali capitali.

 

 

CALENDARIO BLACK MOOD INSTORE TOUR:

 

06.09.2019 Como, Frigerio Dischi – Ore 15:00
06.09.2019 Milano, Mondadori Duomo – Ore 18:30
07.09.2019 Torino, Feltrinelli Stazione Porta Nuova – Ore 18:30
07.09.2019 Varese, Varese Dischi – Ore 15:00
08.09.2019 Palermo, Mondadori CC Forum – Ore16:00
09.09.2019 Catania, Feltrinelli Via Etnea – Ore 15:00
09.09.2019 Messina, Feltrinelli via Ghibellina – Ore 18:30
10.09.2019 Cosenza, Feltrinelli C.so Mazzini – Ore 18:30
10.09.2019 Gioia Tauro, Mondadori Parco Comm Annunziata – Ore 15:00
11.09.2019 Brindisi, Mondadori C.so Umberto I – Ore 18:30
11.09.2019 Taranto, Mondadori CC Porte dello Jonio – Ore 15:00
12.09.2019 Foggia, Mondadori via Oberdan – Ore 18:30
12.09.2019 Bari, Feltrinelli via Melo – Ore 15:00
13.09.2019 Salerno, Mondadori C.so Vittorio Emanuele – Ore 15:00
13.09.2019 Napoli, Feltrinelli Stazione Centrale – Ore 18:30
14.09.2019 Caserta, Juke Box via Cornacchia – Ore 15:00
14.09.2019 Frosinone, Mondadori via Aldo Moro – Ore 18:30
15.09.2019 Roma, Feltrinelli via Vittorio Emanuele Orlando – Ore 18:30
15.09.2019 Latina, Feltrinelli via Diaz – Ore 15:00
16.09.2019 Ancona, Feltrinelli Corso Garibaldi – Ore 18:30
16.09.2019 Pescara, Feltrinelli via Trento – Ore 15:00
17.09.2019 Modena, Mondadori via Ramelli – Ore 18:30
18.09.2019 Bologna, Mondadori via D’Azeglio – Ore 17:00
19.09.2019 Padova, Mondadori P.zza Insurrezione – Ore 15:00
19.09.2019 Mestre, Feltrinelli CC Le Barche – Ore 18:30
20.09.2019 Lucca, Sky Stone and Songs P.zza Napoleone – Ore 15:00
20.09.2019 Firenze, Galleria Del Disco Stazione SMN – Ore 18:30
21.09.2019 Genova Feltrinelli via Ceccardi – Ore 18:30
21.09.2019 La Spezia Feltrinelli CC Le Terrazze – Ore 15:00
TRACKLIST BLACK MOOD

BLACK MOOD
6 CHIAMATE PERSE
SAD BOY
XOXO
SENZA DI ME
OH WOW!
TI PORTERÒ A VEDERE IL MARE
MAMMA
BALENCIAGA
GOODBYE (FEAT GLOBAL DAN)
TI AMO TI ODIO
VOLEVO TE
FADED (FEAT CAL AMIES)
NON PIANGERE
TRISTE E FAMOSO (FEAT CYRUS YUNG)
SXLX

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: