Una Notte della Taranta piena di critiche per Gué Pequeno

Una Notte della Taranta piena di critiche per Gué Pequeno

Il 24 agosto è stata trasmessa su Rai 2 La notte della Taranta, la trasmissione dedicata al festival volto ad omaggiare l’importanza della musica popolare salentina. Le polemiche sui social si sono scatenate già dalla scelta dei due presentatori: Belen Rodriguez e Stefano De Martino.

Ma è stato Gué Pequeno ad aver ricevuto la maggior parte di critiche dal pubblico del web.
Su Twitter infatti si legge: “Della notte della Taranta non me n’è mai fregato più di tanto, ma ora vedendo Gué Pequeno che canta sta puttanata, che fa “più di un film, più di un drink, più della marijuana” tra le canzoni della tradizione, mi dispiace di non essere sotto il palco di Melpignano con una granata“. Un altro utente commenta così: “A proposito di Crisi. Ho ascoltato solo ora il rap di Gué Pequeno a La Notte della Taranta. Io vi denuncio. Non lo fate mai più“; “#Guepequeno che canta per #lanottedellataranta è l’emblema dell’essere fuori luogo. Apprezzo l’impegno, ma no“; “Comunque Gué Pequeno sta alla #Nottedellataranta come Conte a un nuovo governo con Salvini #taranta22“.

 

Da una parte il pubblico italiano digerisce ancora poco il rap e continua a denigrarlo in ogni circostanza, dall’altra, forse, quello non era il contesto adatto per invitare Gué Pequeno, che con la musica tradizionale del Salento ha ben poco a che fare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: