Salmo risponde a Luchè

Salmo risponde a Luchè

Dopo la sboronata dei giorni scorso Salmo ha apparentemente incassato il colpo e le critiche di Luchè, ma com’era prevedibile non è riuscito a mettere a freno il suo ego. Oggi che Playlist è stato certificato quadruplo disco di platino, Ho paura di uscire 2 disco di platino e bla bla bla, il rapper sardo risponde con la sua immamcabile ironia e spocchia al collega e a tutti quelli che hanno osato criticare Playlist.

#beatsbruttini e #RosyCando sono gli hashtag coniati ad hoc per l’occasione. Ok, fa ridere. Fa ridere perché è triste. Un altro siparietto da chi ce l’ha più lungo. Va bene autocelebrarsi e compiacersi dei propri risultati eh, ma hai 40 anni zio anche meno! E soprattutto non eri tu, caro Salmo, che sostenevi che classifiche e certificazioni non erano poi così importanti? Ah… La coerenza…

Vorrei ricordare che Pulcino Pio resta comunque uno dei video più visti su YouTube e che il primato è di Despacito. QUANTITÀ NON VUOL DIRE QUALITÀ.

Prontamente Luchè risponde al post di Salmo elencando le altre critiche che gli aveva mosso nel famoso commento che continuava a sparire e che ha fatto sì che Salmo venisse ribattezzato Salmini.

Attenzione. Luchè scrive “Sei Fedez 2.0” e in effetti Il cielo nella stanza è una Magnifico condita con un po’ di volgarità per fare il figo e il duro. Detto questo, quando era Fedez a vantarsi di essere primo in classifica veniva letteralmente massacrato e preso in giro e ora ci troviamo di fronte alla stessa identica scena. Un teatrino ridicolo, sembra che Salmo soffra della sindrome di Justin Beaber.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: