Young Signorino dà uno schiaffo a un fan

Young Signorino dà uno schiaffo a un fan

Jamil, Achille Lauro, Young Signorino, è abbastanza lunga la lista la lista di artisti che, provocati durante i loro concerti, hanno reagito a suon di calci e schiaffi. È difficile mantenere il controllo, ma è doveroso soprattutto se si è un personaggio noto, anche se il coglione di turno tra il pubblico ti insulta. Young Signorino è stato l’ultimo protagonista di una diatriba tra chi è sul palco e chi invece è sotto e ha reagito dando uno schiaffo a un fan che lo avrebbe preso in giro ripetutamente durante la sua esibizione.

Il ragazzo avrebbe infatti deriso il Signorino che nelle sue Instagram stories ha voluto chiarire l’accaduto spiegando che il ragazzo lo avrebbe provocato più e più volte, prima di beccarsi lo schiaffo, che a quel punto gli era sembrato necessario: “Se tu vieni nel mio spazio a fare il coglione io sto zitto una volta, due volte, tre volte poi ti becchi uno schiaffo in faccia. Dovete imparare a stare al mondo, non potete fare il cazzo che vi pare sia sui social che nella vita reale senza conseguenze: io vi do uno schiaffo, un altro probabilmente vi fa peggio. Fidati, questa è educazione.
Siccome c’era assenza di sicurezza, ma non sto dando la colpa a nessuno, io mi sono difeso da solo giustamente. Tale persona mi stava provocando, venendo tre volte nel mio spazio, dicendo anche “anoressico” e frasi del genere. Che cosa ti aspetti? Che ti do un bacino o che ti do uno schiaffo? Io non ti rompo il cazzo. Non provocatemi manco sui social. Non scrivetemi “Pesi 20 kg che pizze vuoi darmi?”. Le pizze te le do, non me ne fotte un cazzo“.

 

 

View this post on Instagram

Il ragazzo avrebbe deriso il Signorino che nelle sue Instagram stories ha voluto chiarire l'accaduto spiegando che il ragazzo lo avrebbe provocato più e più volte, prima di beccarsi lo schiaffo, che a quel punto gli era sembrato necessario: "Se tu vieni nel mio spazio a fare il coglione io sto zitto una volta, due volte, tre volte poi ti becchi uno schiaffo in faccia. Dovete imparare a stare al mondo, non potete fare il cazzo che vi pare sia sui social che nella vita reale senza conseguenze: io vi do uno schiaffo, un altro probabilmente vi fa peggio. Fidati, questa è educazione. Siccome c’era assenza di sicurezza, ma non sto dando la colpa a nessuno, io mi sono difeso da solo giustamente. Tale persona mi stava provocando, venendo tre volte nel mio spazio, dicendo anche “anoressico” e frasi del genere. Che cosa ti aspetti? Che ti do un bacino o che ti do uno schiaffo? Io non ti rompo il cazzo. Non provocatemi manco sui social. Non scrivetemi “Pesi 20 kg che pizze vuoi darmi?”. Le pizze te le do, non me ne fotte un cazzo". Be you, be R.E.B.E.L. #rap #rapitaliano #trap #hiphop #life #youngsignorino #rebel

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

 

Nonostante gli insulti e le provocazioni possano dare fastidio, non è questo il modo giusto di comportarsi. Sempre più spesso assistiamo a episodi di violenza verbale e non durante i concerti. Gente che lancia bicchieri, monetine, che insulta, per non parlare di quella assurda moda dello spray al peperoncino. Purtroppo gli artisti sono esseri umani e nonostante debbano mantenere un certo tipo di atteggiamento, non tutti ti danno del coglione come fece Salmo recentemente, o ti invitano in backstage per chiarire come ha fatto invece Tedua.

 

 

 

Qualsiasi gesto di violenza da sopra o da sotto un palco è da condannare, i concerti si stanno trasformando spesso e volentieri in ring. Dalla violenza verbale sui social a quella fisica o ancora verbale dal vivo stanno venendo a mancare rispetto ed educazione da più parti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: