Ecco perché dovreste ascoltare il nuovo singolo di Rovazzi

Ecco perché dovreste ascoltare il nuovo singolo di Rovazzi

No, non sono impazzita e no, non ho preso un colpo in testa, ma neanche un colpo di calore. Senza Pensieri, il nuovo singolo di Rovazzi con J-Ax e Loredana Bertè non è niente male, e non solo perché io sono fan della Bertè.

Va bene, il testo non tutta farina del sacco di Rovazzi, visto che ha avuto l’aiutino di Danti, e la produzione di Merk & Kremont, ma, complici le sonorità pop funky e la loro ritmicità, è un brano che si fa cantare per la sua leggerezza. Ovviamente non è un caso che sia uscito proprio nel periodo più spensierato dell’anno, quando si va in vacanza, si chiudono le scuole e la gente finalmente va in ferie e non ha voglia di avere troppi pensieri.

Ok, ma perché dovreste ascoltarlo? Innanzitutto per Loredana Bertè che, senza se e senza ma, è più urban dell’intera scena italiana e poi perché è interessante il modo in cui Rovazzi si diverte a stare su piani differenti, a giocare sui contrasti e sul rovescio della medaglia. Il testo, infatti, affronta tematiche importanti che richiedono impegno e attenzione da parte di ciascuno di noi, ma suggerisce anche che piuttosto che pensare ad una soluzione è spesso più comodo e facile mettere da parte i problemi e non pensarci “Travolti dallo stress, delirio universale, basta solo non pensare, il mondo finirà non ti devi preoccupare…”

 

 

Da qui nasce il titolo del brano Senza Pensieri, che come tutti i precedenti singoli di Rovazzi, tra il serio e il faceto, fanno riflettere su temi a lui molto cari.
L’obiettivo questa volta è quello di sensibilizzare su:

 

1. L’eccessivo consumismo. Una generazione formata da “jeunesse dorée” dove non c’è più nessuna distinzione tra il lusso e le necessità. Un mondo dove l’opulenza ha travolto il concetto di esigenza e dove il superfluo diventa indispensabile. “Acquisto compulsivo – Roba che non serve la voglio per primo – Per fare il figo dovrò chiedere un fido”.

 

2. L’utilizzo ossessivo dei social. Rovazzi descrive “la società del benessere” popolata da gente per cui conta esclusivamente il successo effimero, dove i valori sono la fama e la notorietà e per ottenerli è necessario pianificare i contenuti per raccogliere più follower e più popolarità “Faccio mille foto mai vestito uguale, in 15 secondi ci si può annoiare” o “L’insalatina per restare leggeri. La posto oggi ma è una foto di ieri”.

 

3. L’emergenza ambientale. Problema che coinvolge il mondo intero, come il surriscaldamento terrestre. “Pronti con la prova costume per il riscaldamento globale e i rifiuti plastici nei mari. Nuovo show spettacolare su un’isola di plastica in mezzo al mare”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: