La pagella delle uscite settimanali

La pagella delle uscite settimanali

La settimana è stata completamente iscurata dalla tanto attesa uscita del Machete Mixtape 4, che è riuscito a dividere i fan e il pubblico del rap italiano. Se da una parte c’è grida wow e lo definisce il disco migliore del 2019, dall’altra c’è chi lo ritiene mediocre.

6 1/2 a Machete Mixtape 4. È un nì, sicuramente non è un disco da 10 e lode, ma neanche pessimo. Ho notato un calo nelle strofe di quasi tutti i partecipanti, eccezion fatta di Ghali, Gemitaiz, Jack The Smoker. C’è troppa presenza di Salmo, sembra il Salmo Mixtape e non il Machete Mixtape, per questo avrei gradito una presenza più massiccia anche di Nitro, Jack The Smoker e Dani Faiv. Quest’ultimo, dopo essersi tagliato le treccine colorate e dopo aver abbandonato quella happy wave, è finalmente tornato a fare rap come si deve e come sa fare. Marracash ha fatto una strofa mediocre rispetto a quello che sa fare, Shiva pessimo, Massimo Pericolo ancora una volta è stato sopravvalutato. Per carità ha cacciato una buona strofa, ma di lì a gridare al miracolo ce ne passa. Ottime le produzioni e più che un Mixtape sembra un clash. L’impressione è che nessuno abbia dato il massimo fino in fondo e che Machete abbia perso quella fame che aveva nei Mixtape precedenti.

8 a Acquagym di Aqueejuice Rockers feat Rkomi. Il duo vanta collaborazioni con artisti del calibro di Kanye West, Rick Rubin, Sean Paul, Nicki Minaj e in questo singolo hanno scelto Rkomi. In Acquagym combinano sonorità hip hop con la tech house e Rkomi, sia per flow che per testo, riesce a inserirsi perfettamente su un beat così potente, ma al tempo stesso lontano dal suo mondo e lo fa rendendogli onore e dandogli un valore aggiunto, senza perdere la sua capacità di giocare con le parole.

7 a Caption This di Egreen e Dj Rash. Egreen è una garanzia e in ogni singolo non perde mai l’energia e la fotta, con Dj Rash regala uno di quei pezzi hip hop con tutte le lettere maiuscole. L’unica pecca è il ripetere sempre che lui sa fare rap, che c’è il rap fatto bene e quello fatto male, che a una certa ha rotto il cazzo, ma Caption This è una chicca.

7 a Ad Un Passo Dal Sole di Grido. È la canzone dell’estate di Grido, che va a sancire il suo ritorno. Un pezzo sicuramente diverso dal precedente One Shot, che era un banger potente, Un passo dal sole mostra sicuramente il lato più melodico e pop di Grido, ma mantiene la sua consapevolezza, il suo saper giocare con le parole e la dote stilistica che lo ha accompagnato dagli anni ’90 ad oggi, rendendolo capace di affrontare qualsiasi tipo di sonorità e stile.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: