Rebel Mag non scriverà più di Ensi

Rebel Mag non scriverà più di Ensi

La decisione è partita quando vi ho parlato di boicottare il sistema. È inutile che si dica che non esiste nessun sistema all’interno del rap game che va a favorire una testata a discapito di tutte le altre. Il gioco è molto semplice,  siamo tutti sulla stessa barca, TUTTI, tranne Esse Magazine. Lui, che non è neanche un magazine, non ha un sito, ma solo una pagina Instagram e un canale YouTube, ha sempre una via preferenziale. Esclusive, anteprime, interviste quando, dove e come gli torna più comodo. Nessuno della loro redazione si è infatti mai visto a una conferenza stampa collettiva, noi stipati e con i minuti contati, loro belli comodi quando gli fa comodo. Vi sembra giusto? Ecco, immaginate per un momento cosa accadrebbe se noi siti di rap ci coalizzassimo e decidessimo di boicottare il sistema e smettere di parlare di un artista che ha una qualche esclusiva con Esse Magazine.

 

Il Magazine di Dikele giocherebbe da solo e l’artista non avrebbe promo da nessun altro. A tal proposito un mio amico mi ha detto: “Se noi non ci fossimo anche loro perderebbero valore. Non puoi fare informazione da solo, non puoi giocare da solo. Messi è dio perché si scontra con Ronaldo, vincere senza competizione ha meno valore“, verissimo ma quindi noi saremmo le comparse di un film con un altro protagonista? A quanto pare sì. Bene, Rebel Mag non ci sta. Rebel Mag non collabora con un’etichetta discografica, non ha la Signora Paola Zukar alle spalle e fa libera informazione. Ho sempre detto e sostenuto che sono più gli artisti a spingere Esse Magazine e non tanto il contrario, ma con Ensi siamo caduti nel ridicolo. Non ho nulla contro Ensi né a livello personale né artistico, ma è evidente che siano stati presi degli accordi volti a favorire un Magazine (Esse ovviamente) a discapito di tutti gli altri. Esse è diventato la succursale dell’ufficio stampa di Ensi, il quale, nonostante la grande quantità di interviste fatte in occasione dell’uscita di CLASH, non ne ha condivisa mezza, ma solo i post di Esse Magazine, vogliamo dire che si tratti di un caso o di una dimenticanza?

 

Screenshot_20190206-101149_Instagram.jpg

 

Non solo, è lo stesso Ensi a propsare Dikele, il suo Magazine e le sue future interviste. E noi tutti che abbiamo investito tempo, energie e soldi per scrivere di CLASH e intervistare Ensi? Siamo tutti delle merde che non meritano considerazione alcune e neanche un grazie? In questo teatrino noi altri siti siamo il contorno inutile di Esse Magazine e Rebel Mag non ci sta. Per questo motivo Rebel non scriverà mai più di Ensi e neanche degli artisti che in futuro avranno accordi di questo tipo con Esse Magazine. Non sarà Rebel Mag a penalizzare un artista che comunque continuerò a sostenere ascoltando la sua musica in privato, non sarà Rebel Mag a cambiare il gioco, ma non sarà Rebel Mag a fare da comparsa in un film con altri protagonisti.

1 Comment

  • Vincenzo
    Febbraio 7, 2019

    Capisco il vostro punto di vista, ma in futuro perché io dovrei seguire un magazine come il vostro che non proporrà più un’informazione completa e accurata, ma che sceglierà di chi o cosa parlare in base ai rapporti che quella persona ha con un altro magazine?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: