Ghali, Fedez e Gué Pequeno: quando non puoi neanche twittare in pace

Ghali, Fedez e Gué Pequeno: quando non puoi neanche twittare in pace

Il tweet di Ghali “Che Noia Airlines” sta facendo il giro del web. Interi blog, siti e magazine stanno infatti costruendo intorno alla vicenda un caso di stato. Se guardiamo i fatti non è successo niente: Ghali ha twittato Che Noia Airlines, Gué ha commentato con un aereo e la faccina assonnata, Fedez ha retwittato Ghali con un cuore.

 

 

La verità è che non si può più twittare in pace perché ogni cosa che twitti verrà screenshottata contro di te e usato per scrivere articoli. Ghali, che ha sempre mantenuto un certo aplomb sui social, che non è mai caduto in critiche o pseudo dissing, sta volta ha detto la sua. Un commento ironico che poteva comunque risparmiarsi, siamo tutti d’accordo che il disco di Fedez sia abbastanza penoso, e sappiamo i passati contenziosi tra Ghali e Fedez, quindi se da una parte ci sta il tweet di Ghali, dall’altra, essendo lui un personaggio per famiglie e bambini, il suo gesto è risultato una caduta di stile.

 

E Gué Pequeno? Beh per suonare a San Siro il Guercio ha chiuso anche l’occhio buono… poi possiamo dire quello che vogliamo su Fedez e Paranoia Airlines, ma Sinatra non è un capolavoro,  quindi in questo caso sarebbe stato meglio che ognuno avesse guardato in casa propria. Alla fine Frdez ha ironizzato con un cuoricino, mossa da bambino dell’asilo al pari di quelle dei colleghi per poi continuare pubblicando una foto della famiglia Ferragnez al completo con il piccolo Leo che mostra il dito medio.

 

 

Insomma il non plus ultra della maturità. Tra tutti è stata una nobile gara.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: