Chi l’ha detto che un mixtape dev’essere un campionamento di musica altrui?

Chi l’ha detto che un mixtape dev’essere un campionamento di musica altrui?

Gemitaiz sono otto versioni di QVC che ce la mena e ci fa credere che i mixtape si facciano prendendo canzoni di altri artisti e cambiando le parole. Ma che regola è mai questa? Allora io vi dico che per fare la pasta bisogna buttare prima la pasta e poi il sale e voi ci credete? E magari lo fate? Ma daiii… sono anni che beviamo sta minchiata che si è inventato Gemitaiz e lo giustifichiamo pure esaltandolo per aver copiato beat e flow da altri. Si può usare la stessa base, ma si può anche, anzi si deve, cambiare almeno il flow. Ho sentito dire da Vacca che in Giamaica danno la stessa base a 10 artisti e tutti e 10 creano 10 canzoni diverse, incredibile vero? Se pensiamo ad alcuni dei nostri artisti sì. QVC8 fa schifo, i mixtape si fanno cosi perché l’ha detto Gemitaiz che evidentemente non aveva sbatti di fare musica in modo diverso, di inventarsi qualcosa di nuovo e allora ci fa bere la favoletta del “i mixtape si fanno così” e noi siamo talmente capre che ci crediamo.

1 Comment

  • Anna Chiodoni
    Gennaio 30, 2019

    Anche in Italia sulla scia giamaicana puoi trovare questa cosa della base (riddim) condivisa, prova a cercare ad esempio vetrina riddim prodotto da filomuzik, sul quale c’è anche una traccia di Ensi in combination con un altro artista di cui ora non ricordo il nome ?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: