La pagella delle uscite settimanali

La pagella delle uscite settimanali

È stata una settimana ricca dal punto di vista delle uscite musicali. Quello che si è percepito è un alzamento del livello della musica e un ritorno al rappato, più contenuti e meno canzonette insomma. Uno che ha dimostrato di essere un artista con la A maiuscola è sicuramente Franco 126. Sia in Stanza singola con Tommaso Paradiso, sia in Università con Gianni Bismark ha dato prova del suo essere poliedrico e di saper dosare perfettamente sonorità e flow più incline all’indie e nello stesso tempo al rap.

 

 

8 per Re Senza Corona di Gianni Bismark. È un disco vario, nonostante le tracce siano solo 11, Gianni Bismark ha dimostrato di avere una capacità innata di scrittura, un parlato che picchia letteralmente sul beat e un un approccio street assolutamente credibile e di forte impatto in un mix tra stornelli alla Califano e rime alla Nas. In questo contesto si inseriscono molto bene i vari featuring che riescono a dare un valore aggiunto al progetto ma anche a far emergere le doti artistiche di Bismark che riesce a confrontarsi bene con ognuno degli artisti ospiti.

 

 

8 per Giornate Vuote di Frenetik & Orang3 con Gemitaiz. Dal punto di vista musicale, in Giornate Vuote si fondono contaminazioni dell’hip hop più classico, che danno una ritmica serrata al brano, e influenze 60’s, con un riff che ricorda quelli di band come Beatles e Led Zeppelin. Su queste fondamenta sonore si ergono i versi di Gemitaiz, urlati, senza filtri, con un flow che ci riporta agli albori del rap e delle rime tipiche degli anni ’90.

 

 

9 per Leggenda Urbana di Mondo Marcio. Lui ha la capacità innata di rendere internazionale ogni suo pezzo, è italiano, ma sembra americano, ha un flow, una capacità di scrittura, un’intensità tale da rendere inedita e inimitabile ogni sua traccia. Una credibilità solida, che gli consente di dire qualunque cosa, di parlare del presente e del passato, di fotografare istantanee di vita vissuta, reale che ad ogni ascolto ci compaiono come diapositive nella mente.

 

 

7 per Fruit Joint + Gusto di Dani Faiv. Un disco nel quale Dani Faiv spazia tra diversi generi musicali evolvendo e crescendo. Fruit  Joint + Gusto è molto vario e completo sia dal punto di vista dello stile, che delle produzioni e dei featuring, è come un passaggio tra il “vecchio” Dani Faiv, il Dani Faiv di Gameboy Color e quello che sarà il suo percorso artistico futuro. È un disco variegato sia dal punto di vista dei contenuti, che dello stile anche grazie alla partecipazione di diversi artisti. L’unica nota dolente è che alcune tracce suonano molto simili tra loro e sembrano quasi ripetitive.

 

 

6 per Stamm Fort di Luchè e Sfera Ebbasta. La produzione a quattro mani di Sick Luke e Charlie Charles vale l’intero pezzo, al punto che si potrebbero benissimo togliere le voci e godere del suono. L’impressione è che Luchè sia entrato nell’immaginario di Sfera e non viceversa come ci si sarebbe aspettati da un artista come lui. È un singolo che funziona, che farà il suo, ti entra in testa e diventerà una hit, ma non è sicuramente da considerare uno dei punti più alti o incisivi della discografia di Luchè.

 

 

5 per Wannabe vol 2 di Highsnob, Andry The Hitmaker e Junior Cally. Al di là della scelta di marketing per presentare e annunciare il singolo, questo secondo episodio dei Wannabe non ha niente a che vedere con l’originale. Pessimo il ritornello, che sì ti entra in testa, ma anche Pulcino Pio ti entra in testa, ottimo l’attacco e la strofa di Cally, così come la base di Andry, decisamente sotto tono invece le rime, i contenuti e Highsnob, nonostante abbia tolto l’autotune nella strofa. È un singolo che funziona,  ma che delude al tempo stesso perché manca dell’aurea cattiva, incazzata e di rivalsa che caratterizzava l’originale.

 

 

7 per Supernova di Madman e Emis Killa. Un singolo ben calibrato dal punto di vista musicale, di flow e testo. I due artisti si completano e amalgamano perfettamente, forse manca un po’ di energia, ma è un ottimo preludio al nuovo progetto musicale di Madman.

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: