Mondo Marcio, una voce che è mancata per troppo tempo

Mondo Marcio, una voce che è mancata per troppo tempo

Si è fatto attendere tanto, sicuramente troppo, Mondo Marcio dopo anni di silenzio è tornato con una forza e un’autorevolezza in grado di farci dire: IL 2019 SARÀ IL SUO ANNO.

Dopo DDR, Vida Loca, dove ci ha mostrato come parlare di strada possa essere un aiuto concreto per chi la strada la vive suo malgrado, ci porta Leggenda Urbana.

Mondo Marcio ha la capacità innata di rendere internazionale ogni suo pezzo, è italiano, ma sembra americano, ha un flow, una capacità di scrittura, un’intensità tale da rendere inedita e inimitabile ogni sua traccia. Una credibilità solida, che gli consente di dire qualunque cosa, di parlare del presente e del passato, di fotografare istantanee di vita vissuta, reale che ad ogni ascolto ci compaiono come diapositive nella mente.

Copri le orecchie se Dio non ti parla, ti sussurra
La vita non è un film, a volte qua sembra Suburra
Guardando il sole a occhi nudi resti come i ciechi
Ma fai lo stesso con la luna e capirai i poeti
Cercando il posto di cui parlo in tutte le canzoni
Frate’ i rimpianti sono peggio delle delusioni
Quando la vita ti fotte, prova altre posizioni
Ci vuole così tanto tempo a diventare giovani
‘Ste ragazzine a vent’anni sono già troppo pratiche
La cosa più difficile è che è tutto troppo facile
La fama uccide lentamente, come codeina
Dovrei dissare Rolling per finire in copertina
Un uomo è qualsiasi stanza in cui si trova a volte
Se i sogni non fanno paura, non stai sognando abbastanza forte

Quando si dice che il rap oggi non ha contenuti, che spesso prevalgono i giochetti social e l’immagine sulla musica e soprattutto sui testi, bisognerebbe prendere un testo di una canzone di Mondo Marcio, leggerlo, e capire quanta profondità, verità e immagini ci sono dentro. C’è chi parla di strada, e chi invece la porta dentro, la racconta, te la fa rivivire in modo poetico in tutta la sua discografia, questo fa di Mondo Marcio una Leggenda Urbana, ma anche un Dio Del Rap, che ha portato questa musica in Italia, ha aperto le porte a tutti gli altri, e che per diritto, per meritocrazia ha una voce autorevole e credibile in tutto ciò che dice. La sua vita, la sua Milano, i quartieri dove ha vissuto li porta dentro e ce li fa vedere con i suoi occhi attraverso le sue rime.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: