Come al solito, due pesi e due misure

Come al solito, due pesi e due misure

Noi italiani siamo così, andiamo dovs tira il vento nel bene e nel male. Quindi se Fedez lancia una foglia di lattuga durante la sua festa di compleanno al Carrefour viene messo alla gogna mediatica, se Salmo bestemmia su Instagram mentre lancia fette di prosciutto no, nessuno ne parla. E certo, Fedez è più esposto e più odiato di Salmo, quindi Salmo che in questo momento è la gallina dalle uova d’oro può fare tutto, e no raga!

La stessa cosa vale per i concerti. Tutta la scena ha deciso in modo unanime di annullare le proprie date previste per il weekend in seguito alla tragedia avvenuta a Corinaldo, tutti tranne Young Signorino e G. Bit che sono stati letteralmente massacrati sui social. Poi arriva Emis Killa che decide di non annullare la data di ieri al Fabrique di Milano perché sold out e nessuno dice niente, anzi lo applaude per la scelta.

 

20181210_133803.jpg

 

Come al solito, due pesi e due misure. Young Signorino è odiato e tutti gli danno contro, Emis Killa no e allora va bene se prende la stessa decisione del Signorino, ma ce la fate raga? Ognuno decide come meglio crede, ma vista l’unione della scena nella decisione di annullare le proprie date, ho trovato di cattivo gusto chi come Emis Killa ha voluto esibirsi lo stesso. Artisti come Achille Lauro, Vegas Jones che hanno annullato i propri live ieri sera erano ospiti di Emis Killa, è coerenza questa? O si chiamano soldi?

Va bene che la musica e il divertimento non devono fermarsi, è anche questo un segno di continuità, di forza e speranza nel futuro, un gesto di ottimismo, ma è inconcepibile che lo stesso gesto fatto da uno venga criticato e fatto da un altro venga applaudito.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: