La corenza se n’è andata e non ritorna più

La corenza se n’è andata e non ritorna più

Gemitaiz in questi ultimi mesi ha dimostrato di essere ben poco coerente. Vi ricordate quando ad agosto se l’era presa con i giornalisti musicali?

Bene, Gemitaiz si era detto superiore ai giornalisti, ma al tempo stesso si avvale di loro, infatti se cerchiamo Davide su Google ci accorgiamo che ha rilasciato più interviste di Cristiano Ronaldo, ma come? I giornalisti secondo Gemitaiz devono trovarsi un lavoro vero perché nessuno legge i loro articoli e rilascia tutte quelle interviste? Va beh…. forse si riferiva solo ad alcuni…

Vi ricordate le parole di Gemitaiz?

Screenshot_20180826-123146_Instagram.jpg

Bene, rinfreschiamoci la memoria perché esattamente due giorni dopo Sto Magazine aveva annunciato che era riuscito a convincere Gemitaiz a fare un’intervista con loro. Sarà stato difficile convincerlo, visto che di interviste lui non ne fa mai e vista la sua opinione nei confronti dei giornalisti musicali… eppure l’impavido Sto ce l’ha fatta e ha pubblicato un estratto dell’intervista fatta a Gemitaiz.

 

Screenshot_20181113-145044_Instagram.jpg

Eppure in Purple Rain con Achille Lauro canta “Dio benedici queste Balenciaga e queste Yeezy“… Sì Yeezy di Kanye West. Forse Gemitaiz non sa che le Yeezy che chiede a Dio di benedire sono dello stesso Kanye West che gli sta sul cazzo?

Passiamo a Salmo, un uomo tutto di un pezzo che non cambia mai idea e che va dritto per la propria strada. Bene, esattamente due anni fa a proposito di Rolling Stone scriveva:

Volevo complimentarmi con il giornaletto Rolling Stone. Avete usato il mio nome per spingere l’intervista di un giovane artista italiano. Bravi. Come le radio anche le riviste non hanno più molta importanza, alla fine chi cazzo lo compra Rolling Stone? Forse tua zia lo compra, ma tua zia cosa ne capisce di musica? Ne capisce quanto gli autori degli articoli scritti da questo giornale a metà tra fashion magazine e il Cioè! Non abbiamo bisogno di farci intervistare da questo tipo di riviste, se mi rispondo da solo su Facebook arrivo a molte più persone.

Abbiamo capito che state vendendo poche copie ma non è una buona scusa per usare il mio nome! Metteteci un morto in copertina così la gente lo compra e siete contenti!

Era settembre 2016. A novembre 2018 Rolling Stone ha messo il famoso morto in copertina…

C_2_fotogallery_3092786_0_image.jpg

Salmo chiede perdono per dire sempre quello che pensa. Insomma, il giornaletto che non legge nessuno e che dovrebbe mettere un morto in copertina è lo stesso giornaletto al quale Salmo ha concesso l’intervista esclusiva per Playlist con tanto di copertina.

Ah la coerenza….

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: