Le ultime notizie

Le ultime notizie

Qualche giorno fa Fedez ha parlato del piccolo intervento all’orecchio che ha dovuto affrontare il figlio, ovviamente non sono mancati i commenti di pessimo gusto del tipo “tuo figlio non voleva sentire la tua musica” e via dicendo… Per carità, abbiamo riso tutti quando il piccolo Leo ha vomitato mentre papà Fedez cantava e la sua musica ci fa abbastanza cagare, ma finché tali commenti sono ironici, non legati a un problema di salute e circoscritti ai social è un conto, quando sono fatti da adulti a Striscia La Notizia è un altro.

Dal bancone di Striscia, Ezio Greggio ha commentato l’operazione del piccolo Leo dicendo che il bimbo si è dovuto sottoporre a un intervento ai timpani perché stufo di ascoltare papà Fedez e la sua musica. Ovviamente Fedez non ha gradito e ha replicato via Twitter “Ho già espresso quanto sia spiacevole fare ironia di bassa lega riguardo all’operazione cui si è dovuto sottoporre Leo , ma ieri Striscia ha rifatto la stessa battuta che non fa ridere, con le risate registrate sopra. Bravi, complimenti! Non sto imputando a nessuno il fatto di non poter fare ironia sulla mia musica e su quanto io faccia cagare, quello potete farlo come volete , ma se non sapete quello che ha vissuto una famiglia prima di arrivare a un’operazione del genere, io francamente l’avrei evitato e secondo me era evitabile. Poi è vero io ho deciso di condividere questo momento, ma non puntandola sul pietismo ma solo per fare una considerazione sulle cose importanti della vita. Però sono rimasto male e mi lascia così che venga da Antonio Ricci che non reputo persona stupida. Per questo motivo la interpreto come pretestuosa e cattiva. Comunque quello che mi fa capire questa situazione è che noi siamo figli della nostra generazione e comunichiamo in un certo tipo di modo ma a volte è meglio tenersi le cose per sé quindi ovviamente è anche un po’ colpa nostra ed è giusto ammetterlo“.

https://twitter.com/Fedez/status/1052662969778094080?s=19

Elettra Lamborghini è lanciatissima tra interviste, musica e Ex on the beach, in una recente intervista ha dichiarato a Leggo ha dichiarato di essere dovuta andare in ospedale perché non dormiva da giorni “due mesi fa ero in Messico e sono andata in ospedale perché non ho dormito per tre giorni, ho voluto strafare, ci tenevo molto ad andare a vedere i miei fan“.

Andiamo negli USA dove Suge Knight è stato condannato in via definitiva a quasi trent’anni di carcere per omicidio. Il fatto risale a tre anni fa e Suge si è reso colpevole di avere investito 2 persone (consulenti del film Straight Outta Compton) nel parcheggio del Tam’s Burgers a Compton. Lui, che insieme a Dr Dre ha fondato la Death Row, non è mai stato uno stinco di santo. Oltre ad essere il principale artefice del successo di Tupac, è anche considerato il mandante del suo omicidio. Suge, grazie a una personalità debordante e a una struttura composta da veri gangster, ex agenti di Polizia e un sodale avvocato ha letteralmente preso il potere del gioco del rap nei primi anni ’90. La sua egemonia, costruita anche tramite intimidazioni e violenze sui rivali, è diventata una vera e propria potenza, anche grazie alla musica di artisti come Dre, Snoop Dogg e Tupac. Di fatto la Death Row vendette oltre 18 milioni di album con un fatturato di 325 milioni di dollari in soli 4 anni.

20181018_140806

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: