Non é tutto oro quello che luccica: The Golden Cage

Non é tutto oro quello che luccica: The Golden Cage

Ieri sera al Palasesto di Sesto San Giovanni é andata in scena la seconda edizione di The Golden Cage presentata da Marco Belli e in Sky Sport.

Rime, botte, spettacolo e vip. Sembra tutto perfetto, ma nel luccicante mondo del rap game niente é come sembra. Non mi cimento nello spiegare gli incontri di MMA perché di sport non ci capisco niente come chi afferma che rap e hip hop siano due generi musicali diversi. La location era un palazzetto, decisamente sotto tono rispetto al teatro Linear Ciak dell’edizione precedente. Il ring, le cui dimensioni erano nettamente inferiori rispetto all’anno scorso, era situato in mezzo alla sala. Il format prevede incontri di MMA e live show da parte degli artisti invitati: Quentin40, Lazza, Vegas Jones e Emis Killa. Intorno al ring parecchi tavoli ai quali é stata servita una cena e dai quali gli invitati hanno potuto vedere lo spettacolo. Come catering hanno evidentemente scelto quello dell’ospedale di Sesto San Giovanni: cibo non identificato e immangiabile, per fortuna all’esterno c’era lo street food con birra e salamella. Del resto il panino alla salamella batte tutti i catering pseudo blasonati.

Jake La Furia, co organizzatore dell’evento, a causa dei 45 gradi percepiti all’interno, era più sudato e in sbatti che mai.

Però almeno c’era il pubblico a incitare la situazione

Quale pubblico? L’area vip era più affollata degli spalti, sembrava di essere nella palestra di un liceo durante una partita di pallavolo tra due classi. Evidentemente la maggior parte erano amici degli atleti, perché si udiva un po’ di rumore durante gli incontri e il silenzio assoluto durante le performance rap.

Però almeno c’era il rap

Sì il rap c’era. É stato cagato solo da noi e dagli accompagnatori dei rapper (15 persone in tutto), ovvero dj, manager e fidanzate. A differenza dell’anno scorso non é stato usato il playback, l’acustica era pessima, le voci non si sentivano, un mix di basi e gracchiamento. Nonostante tutto Quentin40, Lazza, Vegas Jones e Emis Killa se la sono cavata alla grande.

Vegas ha dimostrato anche in quella occasione la sua superiorità live, la sua tecnica e il suo fiato invidiabile. A fine perfornance ci ha regalato un freestyle da togliere il fiato, che abbiamo gustato e apprezzato sempre in 15.

Però eravamo in diretta su Sky Sport

Sì eravamo in diretta, infatti é stato ripreso solo il ring, vista la povertà degli spalti. Un maxi schermo proiettava tutto e finché non me l’hanno detto era convinta di essere in diretta Instagram.

Per quanto riguarda il gossip, Corona ha presenziato all’evento con la fidanzata Donatella e ha rilasciato qualche intervista.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: