Toast Magazine di Bianco Mat è da oscar

Toast Magazine di Bianco Mat è da oscar

Proprio oggi mi chiedevo se è Sto Magazine a leccare il culo agli artisti o gli artisti a leccare il culo a Sto Magazine. Una di quelle domande alla è nato prima l’uovo o la gallina che finiscono in un cul de sac. Le interviste interminabili e piene di leccate di culo di Antonio Dikele Distefano sono tra le peggiori che il web o un giornalista possa trasmettere e fare. Iniziare con “ti seguo da tanto e mi piaciuto molto il tuo disco” cercando poi falsamente di entrare in confidenza e nel profondo di un artista solo per leccargli maggiormente il culo è agghiacciante. Molti sono i video che circolano sul web, satire delle più cliccate interviste alla Sto, ma quello di Bianco Mat, fondatore della pagina Usare Gang come Intercalare è da oscar.

Lui, in versione Dikele, con cappellino, voce bassa di ordinanza per entrare nell’intimo dell’artista e ammiccamenti vari è insuperabile. Bianco Mat si sdoppia diventa giornalista e artista intervistato, Sto Magazine diventa Toast Magazine e la satira, perfettamente creata senza stancare o risultare offensiva e volgare, tiene banco per tutti i cinque minuti del video. Il punto massimo è sicuramente il momento in cui Bianco Dikele chiede un’opinione a Mat in merito al loro artista Capo Tazza e in modo assolutamente non velato gli suggerisce le risposte.

Si tratta ovviamente di satira creata ad hoc per divertire e il risultato lo ha raggiunto in pieno, ma è una satira pungente che ha saputo cogliere e rappresentare appieno la realtà delle interviste realizzate da Sto Magazine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: