Vuoi fare l’artista? Se devi salire sul palco, alzi le chiappe, sali e canti!

Vuoi fare l’artista? Se devi salire sul palco, alzi le chiappe, sali e canti!

Premettendo che non ho niente contro Young Signorino e che ‘Mmh Ha Ha Ha’ mi fa anche ridere, trovo assurdo dare popolarità e visibilità gratuita a una persona/ artista che prende per il culo i suoi fan.

Del fenomeno YS stanno parlando tutti, siti, giornali, tv, radio. Al di là della sua follia, del ci fa o ci è, della curiosità che suscita un personaggio come lui che si definisce il figlio di Satana e che sicuramente non é né il più bizzaro, né tantomeno il più grottesco che abbiamo mai visto, continuare ad assecondarlo, spingerlo e ad alimentare la sua visibilità é inaccettabile. Il Signorino non esisterebbe senza noi e intendo noi tutti: addetti ai lavori, pubblico, fan e curiosi. Siamo noi a far crescere il fenomeno continuando a parlare e scrivere di lui e lo facciamo perché abbiamo capito che oggi qualsiasi cosa si scriva su YS fa più click di chiunque altro. E noi siti viviamo di click, seguiamo il click come fosse Dio e ce ne freghiamo se così facendo togliamo spazio ad artisti più meritevoli o ad argomenti più interessanti.

Va bene il personaggio, va bene l’eccentricitá, va bene la curiosità, ma sostenere un artista che ha deciso di non esibirsi sul palco di un suo concerto no. Certo, sono capitati casi di date annullate anche all’ultimo, ma che uno arrivi a un suo live con persone che lo stanno aspettando e che hanno pagato per vederlo e decida di non salire sul palco dando nei giorni seguenti la motivazione che gli organizzatori della serata gli avrebbero creato problemi psicologici é inammissibile!

É una mancanza di rispetto totale nei confronti di tutte le persone che erano lì per lui. Vuoi fare l’artista o il personaggio da circo? Bene, quando devi salire su un palco perché hai accettato e deciso di farlo, alzi le chiappe, ci sali e canti! Se no puoi tornare a fare quello che facevi prima o trovarti un altro lavoro, perché prendere per il culo il tuo pubblico non é un lavoro.

Ancora peggio di questo comportamento è chi lo alimenta. Noisey e Rolling Stone hanno addirittura scritto un articolo in cui raccontano com’erano vestiti i fan di Young Signorino che lo aspettavano imvano per 90 minuti quella sera e li hanno anche intervistati, ma si può?

Se io avessi dovuto aspettare un ora e mezza un artista per poi sentirmi dire “non è voluto salire sul palco”, avrei scritto il peggior articolo della mia vita su questo fatto, altro che intervistare il povero pubblico preso per il culo da un coglione complessato!

Ma il problema non é tanto il Signorino quanto noi che per fare due visualizzazioni in più, scriveremmo anche quando va al cesso, salvo poi farlo cadere nel dimenticatoio quando la sua bolla di sapone esploderà.

Se fossi un rapper capace mi girerebbero i coglioni a manetta a vedere gli addetti del settore spingere una persona del genere, perché, parliamoci chiaro, se a non salire su un palco dando quelle sterili scuse fosse stato un altro gli avrebbero dato contro tutti com’è giusto che sia, ma trattandosi di Young Signorino allora va bene.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: