La pagella delle uscite settimanali

La pagella delle uscite settimanali

8+ ai Boomdabash e a Loredana Bertè per la loro ‘Non ti dico no’

Un pezzo al limite tra hip hop, reggae e dance, un bel mix tra il pop e il rap e Loredana Bertè è un’icona della musica italiana, una di quelle con le palle che ben si sposa sulla base di Takagi & Ketra.

6 e 1/2 a Federica Abbate e Marracash per ‘Pensare troppo mi fa male’

Devo ammettere che il pop, soprattutto quello femminile, non mi piace, ma il pezzo suona molto bene soprattutto per la strofa di Marra. Avevo molto apprezzato i due in ‘In Radio’ e ‘Niente Canzoni d’amore’, preferisco quando è lei a fare la strofa o il ritornello al Principe di Barona, ma il pezzo suona bene e non stanca.

8 a Junior Cally per ‘Capelli Rossi’

Un bel pezzo, fuori dalle corde del rapper mascherato, ma che ha saputo fare suo anche un argomento come l’amore, rendendolo ballabile, leggero e profondo allo stesso tempo. Molto belle il beat che a tratti ricorda sonorità dance e Junior Cally ha dato prova del suo saper essere versatile.

9 a G.Bit per ‘UAU’

Inutile negarlo, lui mi piace e anche molto. E’ il preso bene della nuova scena e in questo pezzo ha saputo mettere insieme contenuto, dissing, rap e melodie che ti prendono bene dal prime ascolto. E il video, con lui invecchiato è assolutamente geniale.

7 e 1/2 per la doppietta di LIBERATO

L’artista napoletano, singolo dopo singolo, gode sempre del favore di pubblico e critica grazie al suo saper fondere sonorità neomelodiche, R&B, trap e in questo caso caraibic trap.

7 a Mostro per ‘Madafucka’

Il singolo, che anticipa la riedizione del disco ‘Ogni maledetto giorno’ prevista per l’11 maggio suona molto bene. Mostro è bravo nel rap, quello un po’ più duro e a tratti tetro, il pezzo è ricco di dissing, alcuni velati, altri meno.

6 a Vacca per ‘ASMARA’

Vacca è bravo, ma in questo pezzo non mi convince. Insomma ha una certa età per dire ancora “quando sto con i miei ogni giorno è l’ultimo dell’anno. Quando sto con i miei 500% cuggi, facciamo il bello e il brutto tempo“. E’ bravo per flow e capacità nel rappare, ma sentirlo dire frasi come quelle che direbbe un ragazzino di 20 anni, risulta poco credibile, come se volesse fare l’eterno ragazzino che non è più.

4 a Gionny Scandal per ‘Il posto più bello’

Una canzoncina/cantilena ai limiti dell’inascoltabile. Uno di quei pezzi da love song per 12enni irritante, sembra appena uscito da Amici di Maria De Filippi versione Zecchino d’Oro 2018.

5 a Sfera Ebbasta e Ghali per ‘Peace & Love’

Visto l’hype sapientemente creato mi aspettavo di più da entrambi. Ottimo il beat di Charlie Charles, Sfera si mangia letteralmente Ghali che a tratti sembra imitare il collega/amico. Un pezzo piatto, ma che sono sicura diventerà una hit.

5 a J-Ax e Fedez per ‘Italiana’

Per fortuna è l’ultimo singolo della coppia, che però dobbiamo sorbirci per tutta l’estate. Dò 5 e non 4 per un semplice motivo: dovevano fare l’ultima hit estiva e che ci piaccia o no l’hanno fatta.

4 a LowLow per ‘Sfoghi di una vita complicata 4’

Se al posto di tediarci con i suoi sfoghi smettesse di rappare sarebbe meglio.

8 e 1/2 a Raige per ‘Tutto ok’

Lui é sempre tanto bravo quanto sottovalutato. Apprezzo il suo flow e il suo approccio al beat che mi ricorda quello degli anni ’90. Mantiene sempre il suo stile senza mai risultare obsoleto.

5 – a Isi Noice per ‘Delinquente #1’

È il solito pezzo trap alla Isi Noice, dove si capisce poco niente di quello che dice. Un pezzo che non spicca da nessun punto di vista e che lo rende uno dei tanti della scena.

7 a Frah Quintale per ‘Missili’

É uno dei numeri uno della scena urban/indie e sa sempre fare il suo. É un bel pezzo che mixa cantautorato e melodie con un ritornello e accordi di chitarra che entrano facilmente in testa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: