Il rapper messicano QBA é un gangster vero

Il rapper messicano QBA é un gangster vero

C’è una sottile linea che separa il gangsta rap dalla vita reale. Quando parliamo di gansta rap non possiamo non pensare agli N.W.A., a Straight Outta Compton, anche se molti pensano sia solo un film, sia tutto quasi irreale o comunque lontano e appartenente a un’altra epoca. Se di veri gangstar il mondo del rap italiano non ne ha, al massimo si tratta di ex bulli di quartiere o ex spacciatori, all’estero non é così. Christian Omar Palma Gutierrez, noto anche come QBA é un rapper messicano molto famoso e seguito che sta facendo parlare di sé per la sua appertenenza a uno spietato cartello.

Dopo essere stato accusato della scomparsa di tre studenti di cinema avventa a marzo assassinati e torturati da un gruppo criminale nello stato di Jalisco, ha confessato  di aver sciolto nell’acido i corpi dei tre ragazzi. QBA ha confessato di percepire 3.000 pesos, l’equivalente di 159 dollari, a settimana per lavorare per il cartello Jalisco, considerato uno dei più potenti della nuova generazione. Il rapper é inoltre accusato di aver partecipato ad altre uccisioni in passato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: