Il rap fa bene e fa del bene

Il rap fa bene e fa del bene

Oltre alla Nazionale Hip Hop che é nata con lo scopo di raccogliere fondi per le più disparate onlus e cause benefiche e che da più di un anno porta avanti con tornei e partite la propria missione, molti sono gli artisti che stanno cercando di fare del bene e di dare una mano ai meno fortunati. Tra questi, i messaggi trasmessi da Achille Lauro sono sempre stati i più significativi, sia nei suoi testi, sia sui social. Sappiamo che Lauro ha più volte donato ingenti somme, anche interi ricavati dei concerti, a chi ne aveva più bisogno. Quando arrivi dal nulla e ti ritrovi ad avere molto, spesso puoi diventare avido, ma questo non é di certo il caso di Achille Lauro, Mike Highsnob e Og Eastbull. É importante, soprattutto oggi che i rapper sono diventati i modelli da seguire di intere nuove generazioni che vengano dati loro valori da seguire che esulino da droga, soldi, abiti firmati, puttane. È questo il denominatore comune di questi tre artisti: il saper portare messaggi positivi. Lauro si fa portavoce della diversità vista come un punto di forza e non di debolezza in un momento in cui il bullismo regna nelle scuole e sui social. Contro il bullismo é sempre stato anche Og Eastbull che con il suo slogan solo amore ha sempre cercato di portare i ragazzi ad amarsi, ad amare e soprattutto a rispettarsi. In questo filone si é inserito anche Mike Highsnob che ha lanciato l’iniziativa Prettyboy Challenge per far diventare di moda il donare e l’altruismo. Iniziativa subito sposata da Og Eastbull che ha dato all’amico e collega il suo completo sostegno.

Questa è un’altra faccia del rap, é la faccia di chi sa quanto il proprio ruolo sia importante e quanto possa influire positivamente o meno sull’educazione dei ragazzi. Sono scelte e atteggiamenti sicuramente impopolari ma coraggiose e degne di nota e seguito che vanno al di là della musica e del talento ma che riescono ad arrivare al cuore.

Impegnare il proprio tempo per giocare a calcio per raccogliere fondi per i bambini in ospedale, per la ricerca di cure nelle malattie rare, per le pet therapy, o per i detenuti del carcere é quello che fanno i ragazzi della Nazionale Hip Hop costantemente e sempre con il sorriso da più di un anno. Se a questo aggiungiamo i gesti e le parole di Achille Lauro, Og Eastbull e Mike Highsnob possiamo capire come il rap possa tornare ad essere un qualcosa di controcorrente che unisce le persone. Il vero riconosce il vero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: