Questi rapper puttane come se fosse normale

Questi rapper puttane come se fosse normale

Oggi l’Hip Hop si guarda, fra’, non è più d’ascoltare
Io conto i soldi, tu i follower, zio, non è normale
E succhi per il like come se fosse normale
Tutti fake, tutti infami, scemi col ghostwriter
Il mio domani è oggi come se fosse normale
Io fermo gli orologi come se fosse normale
Sedici anni al top, sono il padrino, godfather
Adesso suono al forum come se fosse normale
Se sei solo un bel ragazzo, non sei obbligato a rappare

Guè Pequeno è inarrestabile, una macchina che produce musica a una velocità tale da lasciare di stucco chiunque. ‘Gentleman’ è uscito da meno di un anno e il Guercio, dopo aver annunciato una super data al Forum di Assago per il 2019 che fa presagire l’uscita di un nuovo disco, torna con un altro singolo. Come faccia resta un mistero. I suoi colleghi, Marracash compreso, ci mettono tempo a realizzare singoli e dischi, lui invece no, sembra produrli senza freno. Certo, Marra ha un livello di scrittura che il Guercio non ha, ma quest’ultimo ha senza dubbio una voglia irrefrenabile di fare musica. E’ come se sentisse lo scadere del tempo, come se non potesse fare a meno di fare musica, da una parte c’entra sicuramente il lato business, ma dall’altra la componente che lo fa di lui un amante dell’hip hop.

Ricevo chiamate da dentro come se fosse normale” è con questa frase di ‘Lamborghini’ che si apre ‘Come se fosse normale’ il viaggio di Guè che ripercorre i risultati della sua carriera, i nuovi comportamenti della scena rap, gli atteggiamenti e le situazioni che tutti noi ormai siamo soliti vedere, che guardiamo come se fossero normali ma che non lo sono affatto, senza dimenticare quella parte street che da sempre ha accompagnato le sue rime. E’ inutile, quando esce un pezzo di Guè cade l’ombra su tutto il resto, lui resta l’unico che può permettersi di dire ciò che vuole e rimanere sempre e comunque credibile. L’autocelebrazione, la spocchia, la critica, l’esagerazione tipiche del Guercio trovano giusta forma in ‘Come se fosse normale’ che suona quasi come una condanna a certi atteggiamenti che oggi hanno invaso la nostra quotidianità e ai quali non diamo peso, restandone totalmente indifferenti come se fosse normale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: