Quando il Trap King perde il controllo

Quando il Trap King perde il controllo

Non é di certo la prima volta che accadono risse durante i concerti, sia sotto che sopra il palco, sia tra l’artista e i suoi fan. Protagonista questa volta è il pluripremiato Sfera Ebbasta che durante un suo live, dopo che un fan gli ha tirato del ghiacchio, risponde tirandogli una bottiglia.

Quello che mi chiedo è perché spendi soldi per andare a un concerto, ti fai ore di fila per essere sotto palco e poi lanci il ghiaccio, lo spray al peperoncino, insulti o fai il dito medio all’artista? Non dovresti essere lì perché ti piace quell’artista e per divertirti? Evidentemente no. Dove inizia e dove finisce quella linea dell’haterare sempre tutti a prescindere in ogni luogo e circostanza?

E soprattutto mi chiedo tu artista che sei sul palco, perché rispondi lanciando una bottiglia? Non dovresti incassare e dare il buon esempio ai tuoi fan? Capisco che sei un ragazzo poco più grande di loro e che nonostante i soldi, i bei vestiti e i riconoscimenti, certi gesti fanno uscire il tamarro che c’è in te, ma con quella bottiglia avresti potuto ferire qualcuno. Ma dov’è la sicurezza ai concerti? Se sempre più spesso, nonostante gli apparenti controlli, entrano persone che indisturbate spruzzano lo spray al peperoncino, rovinando i live e causando problemi alla folla presente, perché tali controlli non vengono fatti meglio? Sappiamo che se abbiamo una bottiglia d’acqua in qualunque concerto ci tolgono il tappo per evitare che venga lanciata, ma questa è una prassi usata solo sotto il palco, perché gli artisti il tappo ce l’hanno eccome. Forse si pensa che siano più educati del pubblico, ma non sempre è così. Ai concerti rap il pubblico é spesso molto giovane e dovrebbero esserci più controlli per evitare accadimenti di questo tipo. Ma gli stessi managar e security degli artisti dovrebbero controllare meglio i loro pupilli.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: